3×07: Violato il database di Babbo Natale; Zuckerberg come Iron Man; banda larga ‘essenziale’ in Canada

Ascolta TR 3×07: Violato il database di Babbo Natale; Zuckerberg come Iron Man; banda larga 'essenziale' in Canada” su Spreaker.

Questa puntata del podcast è disponibile anche tramite iTunes!

Ultima puntata del 2016 di TechRadio, come potevamo non parlare di Babbo Natale?

Ebbene si… anche Babbo Natale è stato vittima di ignoti (ma terribili) hacker!

babbo natale computer

E’ DuffelBlog a dare la drammatica notizia di un’intrusione informatica nel database “dei buoni e dei cattivi”!
Una violazione informatica che mette a rischio la reputazione di milioni di persone che sono state, ovviamente, cattive ma che mai avrebbero pensato di vedere rivelato la propria colpa davanti al mondo intero.
A rischio anche milioni di letterine spedite da ignari bambini la cui privacy è tremendamente a rischio…
Vi terremo aggiornati, ovviamente!

Zuckerberg come Tony Stark

jarvis ironmanCosa fa Mark Zuckerberg nel proprio (pochissimo) tempo libero?
E’ lui stesso a raccontarlo: si pone degli obiettivi con un margine temporale e… fa di tutto per raggiungerli.

In un post su Facebook, ha raccontato di aver costruito un assistente virtuale per la propria casa e lo ha chiamato Jarvis, proprio come l’onnipresente spalla di Iron Man – il tutto in 100 ore…

Il sistema è abbastanza complesso, utilizza diverse tecnologie, tra cui Facebook Messenger Chatbot, iOS, PHP, Python etc etc.

Mark racconta che non sviluppava app iOS dal 2012 e che si è divertito parecchio a collegare TV, device audio e… il tostapane (anni ’50) con vari sensori e sistemi di controllo.

Il vero fulcro di tutto è un sistema, in costruzione, di Intelligenza Artificiale, un tema che pare essere molto caro a Zuck.

jarvis facebook

Jarvis conta sia su controllo audio che sul riconoscimento facciale e consente, persino di alimentare Beast, il cane di casa…

facebook zuckerberg jarvis

Una simpatica storia da hacker che ci restituisce uno Zuck molto smanettone (attenzione alla capture del suo Mac) e molto attento ai dettagli…

Il Canada dichiara Internet ad alta velocità essenziale per la qualità della vita

Non è una notizia inventata: l’autorità per le telecomunicazioni canadese si è posta un obiettivo di medio termine, portare il download a 50Mbit per una fetta consistente degli abitanti (quasi tutti) del Canada.

The Canadian Radio-television and Telecommunications Commission (CRTC) today declared that broadband access Internet service is now considered a basic telecommunications service for all Canadians. The CRTC is also setting ambitious new speed targets and creating a new fund that will invest up to $750 million over and above existing government programs.

La dichiarazione non è solo politica ma ha evidenti ricadute economiche di grande importanza:

“The future of our economy, our prosperity and our society — indeed, the future of every citizen — requires us to set ambitious goals, and to get on with connecting all Canadians for the 21st century,” said CRTC chair Jean-Pierre Blais at a news conference. “These goals are ambitious. They will not be easy to achieve and they will cost money. But we have no choice.”

Ricordiamo che tutte le puntate di TechRadio sono disponibili sia su iTunes sia sul canale Spreaker all’interno di RunTime Radio.

Share

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Solve : *
19 − 15 =